Attacchi di panico Milano

Cura, soluzione e aiuto al problema degli attacchi di panico da Armando Pintus – psicologo milano.TV

Attacchi di panico Milano e disturbo da panico: sintomi, trattamento e suggerimenti  sugli attacchi di panico.

Hai gli attacchi di panico e vivi a Milano? Sono uno psicologo, specializzato nell’aiutare le persone a superare e guarire dagli attacchi di ansia e attacchi di panico. Ricevo in studio Milano oppure online e quindi “a distanza”

Ma cosa sono gli attacchi di panico?

Gli attacchi di panico sono sempre, nella vita di una persona, un momento di grande angoscia e preoccupazione: ansia, paura, timore di perdere il controllo o di avere un pericoloso attacco di cuore sono le manifestazioni più frequenti.

attacchi-di-panico-attacco-di-panico

L’attacco di panico e gli attacchi di panico sono molto diffusi e sono fonte di gravi sofferenze

E a nulla vale il sapere che se hai un attacco di panico comunque sarà di breve durata e non ne morirai. Comunque, anche se gli attacchi di panico durano poco …. e poi passano, essi ti lasciano appunto “nel panico” o con la paura di provare nuovamente le sensazioni terrificanti che sono cartatteristiche degli dell’attacco di panico.

Se hai ha un attacco di panico e ti fai aiutare efficacemente potrai stare bene e condurre una vita più felice e serena. Evitando lo spiacevole stato di attesa e angoscia di chi pensa e sente che può avere altri improvvisi e devastanti attacchi di panico. Se invece rimandi o speri che passino da soli, spesso ti condanni a molte sofferenze ed angoscie.

Come si presentano gli attacchi di panico?

Gli attacchi di panico spesso si presentano con un improvviso e forte aumento di ansia, una paura o un’angoscia travolgente. Il cuore che batte all’impazzata, la sensazione di non riuscire più a respirare liberamente o in modo sufficiente, e a molto altro ancora.

Se di attacchi di panico non si muore, però fa vivere dei momenti di totale paura di perdere il controllo o di soccomberne.

I pazienti che ho aiutato come psicologo a Milano o come psicoterapia online e che hanno avuto o sofferto di attacchi di panico intensi frequentemente raccontano questo: se hai un attacco di panico ti senti come se stessi per morire o se stessi perdendo il controllo di te stesso, diventando matto o provando la brutta sensazione di essere arrivato alla fine della tua vita. Ti senti impotente e non sai cosa fare.

Anche per questo motivo gli attacchi di panico possono essere molto pericolosi e dannosi portando paura, angoscia, ansia e vari disturbi e problemi.

Non a caso, infatti, gli attacchi di panico possono persino causare il ritiro dalle normali attività di relazione o la convinzione di non poter essere più in grado di viaggiare, muoversi, intrattenere una normale vite sociale o lavorativa.

Attacchi di panico Milano: perché curarsi e farsi aiutare

Per quanto riguarda la cura degli attacchi di panico, soprattutto se vivi in una città stressante come Milano, va sottolineato che quanto prima richiedi aiuto, tanto meglio è proprio al fine di ridurre o eliminare i sintomi del panico e riprendere il normale controllo della tua vita.

Sappi che, con l’aiuto di un bravo psicologo, gli attacchi di panico, a Milano come altrove naturalmente, possono essere curati e risolti anche in tempi brevi. Pertanto se ne soffri attivati per guarirne.

Per un approfondimento consulta: ”Paura e attacchi di panico? Guarire si può” http://www.psicologomilano.tv/paura-attacchi-di-panico-guarire-si-puo/ e guarda la testimonianza video di una delle tante clienti che ha superato questi problemi di attacchi di panico.

Che cosa è un attacco di panico?

Possiamo per semplicità definire l’attacco di panico come un’ondata intensa di paura caratterizzata da un’inaspettata, debilitante, immobilizzante e a volte spaventosa intensità. Spesso arriva in modo anche totalmente inaspettato e senza alcun preavviso.

Spaventa veramente tanto anche perché se soffri di attacchi di panico li puoi provare anche quando sei rilassato, tranquillo o perfino addormentato. O quando sei alla guida di un auto.

Per un approfondimento consulta: Guarire da paure, ansie e attacchi di panico alla guida dell’auto http://www.psicologomilano.tv/attacchi-di-panico-e-paura-alla-guida-dellauto/e guarda la testimonianza video di uno dei vari clienti che ha superato questi problemi di attacchi di panico alla guida dell’auto.

Un attacco di panico può rimanere isolato e non ripresentarsi nel tempo, ma il più delle volte, purtroppo, tantissime persone sperimentano l’insorgenza di ulteriori episodi più o meno frequenti e psicologicamente devastanti.

Quando gli attacchi di panico ricorrenti si possono più facilmente presentare?

Gli attacchi di panico ricorrenti solitamente vengono innescati da una specifica situazione in cui ti senti in pericolo e in cui pensi di non poter fuggire, (mentre guidi in autostrada o su una strada ad alta percorrenza, mentre sei a bordo di un treno o di un aereo, quando attraversi un ponte o parli in pubblico, quando devi affrontare una riunione o un colloquio che ritieni importante per te, quando devi parlare davanti a un pubblico, per citare solo alcuni dei frequenti e numerosi contesti di possibile attivazione).

Per un approfondimento relativo al parlare in pubblico, puoi consultare:Superare la paura e ansia del parlare in pubblico: un’esperienza di Business Coaching Psicologicohttp://www.coachingmilano.com/superare-paura-ansia-parlare-pubblico-business-coaching-psicologico/ e  “Ansia, Paura e blocco nel Parlare in Pubblico: come superarle? www.coachingmilano.com/ansia-paura-blocco-nel-parlare-in-pubblico/ e guarda le video-testimonianze di clienti che hanno superato i problemi di paura, ansia, blocco o attacchi di panico.

Cosa fare per guarire dalla paura e dagli attacchi di panico a Milano o online

Per poter guarire dalla paura e dagli attacchi di panico è necessario:

  1. prima di tutto ammettere che hai bisogno di aiuto;
  2. chiederlo questo aiuto;
  3. prendere atto che chiedere aiuto non è di debolezza ma, anzi, è sempre di grande maturità e forza;
  4. entrare nell’ordine di idee che se hai un attacco di panico o degli attacchi di panico non sei nè matto né mentalmente disturbato ma semplicemente hai avuto una reazione psicofisica assai spiacevole, come peraltro capita a un enorme quantità di persone assolutamente sane e normali.

Moltissime persone soffrono da più o meno tempo di attacchi di panico. Alcune di queste si fanno aiutare da uno psicologo qualificato e guariscono, potendo poi vivere una vita sana, allegra ed equilibrata.

Altre , invece, hanno paura a chiedere aiuto a uno psicologo e iniziano ad assumere psicofarmaci per ridurre il problema. Ritrovandosi poi spesso in una delicata situazione in cui al ripresentarsi dei sintomi si sentono costretti ad aumentare i dosaggi dei farmaci o a cambiarli con altri farmaci più forti con cui ottengono un temporaneo miglioramento senza però veramente risolvere il proprio problema di ansia e panico. I farmaci possono essere un aiuto ma non una soluzione definitiva al problema del soffrire di attacchi di panico.

Se hai problemi di attacchi di panico contattami. Tu meriti una vita libera dai problemi e dai disagi.

Pensi di aver avuto degli attacchi di panico? Scopri compilando questa lista quanto ciò è vero.

Leggi questa lista e tieni il conto di quanti dei seguenti sintomi hai avuto:

  • Difficoltà respiratoria;
  • Paura di morire o d’impazzire o di non essere più quello di prima;
  • Dolori al petto;
  • Vertigini, stordimento, tremori;
  • Brividi o al contrario vampate di calore;
  • Aumento della frequenza cardiaca e/o palpitazione;
  • Sudori caldi o freddi;
  • Formicolio alle mani, al viso, ai piedi o alla bocca;
  • Rossore al viso e al petto;
  • Senso di temporanea estraneità, percezione di essere “staccato” dal proprio corpo;
  • Nausea o disturbi addominali;
  • Terrore, angoscia e sensazione che qualcosa di orribile stia per succedere;
  • Pianto difficilmente incontrollabile;
  • Paura di non riuscire a governare la situazione;
  • Senso di impotenza e timore di perdere il controllo;
  • Intensa paura di stare ancora male in futuro.

Se hai vissuto tre o più di questi sintomi è molto probabile che tu abbia avuto un attacco di panico.

Come gestire meglio da solo gli attacchi di panico.

Se agitazione, forte ansietà, angoscia e paura sono emozioni essenziali per la nostra sopravvivenza, dato che hanno lo scopo in molte situazioni di “metterci al sicuro” facendoci evitare rischi e pericoli poco controllabili, in determinate situazioni possono diventare di grande intensità prendendo il sopravvento sul nostro controllo razionale e portandoci ad avere dei veri e propri attacchi di panico.

Segui allora questi semplici consigli per cercare di:

  1. far finire più in fretta e ridurre l’intensità delle spiacevoli sensazioni ed emozioni di panico che provi;
  2. evitare di farti travolgere dal circolo vizioso di paura che questi attacchi si possano ripresentare;
  3. riacquisire prima un senso di controllo e adeguatezza.

Ecco i consigli:

  • sappi che gli attacchi di panico non sono mai mortali o pericolosi come sembrano per la nostra salute e integrità e che essi sono sempre di breve durata;
  • Evita di opporre resistenza: gli attacchi di panico, se non vengono per così dire “accettati e sfogati” tendono ad aumentare d’intensità colpendoti ancor più prepotentemente. Lascia che accada e non tentare di fermarlo ad ogni costo, ricordati: durerà poco.
  • Ammetti di avere un problema senza cercare di nasconderlo. Se stai male non fingere quindi di stare bene solo perché pensi che fingendo ti diminuiranno i sintomi spiacevoli o la tachicardia.
  • Informa perciò chi ti sta intorno che stai avendo un malore, chiedi aiuto e concediti il tempo necessario per riprenderti in tranquillità. Comunica pertanto a chi ti è vicino il tuo malessere e chiedi una sedia o un punto di appoggio su cui puoi metterti più comodo, evitando comunque di coricarti. Se invece sei solo e non hai una sedia o un valido punto di appoggio, prova ad accovacciarti con la schiena contro una parete facendo il il possibile per essere comodo.
  • Non forzare la respirazione, evita di fare respiri brevi e affannosi ma cerca di fare invece respiri profondi e lunghi, inspira ed espira lentamente e a pieni polmoni cercando avere un ritmo armonico e non concitato.
  • Imponiti maggiore lucidità e controllo: se tu venissi assalito dalla paura di morire improvvisamente potresti avere l’impulso di muoverti o di correre in modo avventato, concitato o scoordinato. Potresti perciò esporti al rischio di farti male o di fare del male a qualcun’altro, quindi obbligati a stare fermo aspettando che la crisi passi.
  • Se possibile evita i luoghi o le situazioni simili a quelli in cui hai già un attacco di panico, soprattutto se le sensazioni spiacevoli e di paura sono ancora vive nella tua memoria.
  • Non vergognarti di chiedere aiuto, se ti senti assalito da un attacco di panico e avvisa quanto prima chi ti sta intorno. Se ti fa sentire più tranquillo informa le persone che frequenti maggiormente e a cui ti senti più legato che potrebbe capitarti di avere un attacco di panico. E chiedi loro la cortesia, in quel caso, di starti vicino in modo tranquillo, dato ti danneggerebbe in quei momenti l’avere intorno persone che vanno in ansia o si spaventano!
  • Fatti aria, con un giornale o altro, o prendi dell’aria esterna, dato che spesso durante un attacco si può avvampare o provare anche molto caldo. In quel caso cercare un luogo fresco o farsi dell’aria può sicuramente aiutarti.

Ricordati sempre e comunque che gli attacchi di panico sono estremamente diffusi.

Una ricerca dell’OMS, Organizzazione Mondiale della Sanità www.salute.gov.it/portale/rapportiInternazionali/menuContenutoRapportiInternazionali.jsp?lingua=italiano&area=rapporti&menu=mondiale, ha stimato che circa 3 persone su 10, ovvero il 30% della popolazione ha sofferto o soffre di attacchi di panico.

Quindi se comunichi il tuo disagio come per incanto troverai anche persone che sanno benissimo di cosa si tratta avendolo provato direttamente e potranno aiutarti.

 

Naturalmente se un attacco di panico si ripete o temi di poterne avere ancora, evita di aspettare e agisci subito: contatta uno psicologo qualificato, esso saprà sicuramente aiutarti in modo da risolvere in fretta il tuo problema.

Armando Pintus – Psicologo Milano e Psicologo online